Grandi strumentazioni
1. Simulatore solare Endeas QuickSun 700A (vd caratteristiche)
 

Il simulatore solare QuickSun 700A, in dotazione al DiSTeVA, è attualmente dislocato presso il Laboratorio di Energetica dell'Istituto Tecnico Industriale Statale di Urbino (PU) dove è allestito il laboratorio per il test delle prestazioni di moduli fotovoltaici in silicio mono e poli cristallino.
Per l'esecuzione di test su commissione si fa riferimento al tariffario approvato (vd pag. 12 del tariffario).
Per informazioni potete rivolgervi al Dr. Alessandro Gambarara (tel. 0722.304218; e-mail: alessandro.gambarara@uniurb.it).

   
2. Microscopio confocale
 

Il microscopio confocale Leica TCS SP5 comprende un microscopio rovesciato con tre obiettivi (63x/1,4 oil; 40x/1,25 oil, 20x/0,5 dry) e tre laser (Argon laser 458, 476, 488, 496 and 514 nm; HeNe 543 nm; HeNe 633 nm). Si possono eseguire osservazioni su campioni freschi e fissati.
Per osservazioni di campioni su commissione e per informazioni potete rivolgervi alla Dr. Caterina Ciacci (tel. 0722 304285; e-mail: caterina.ciacci@uniurb.it).

   
3. Diffrattometria RX
 

Il Laboratorio di diffrattometria RX di questo dipartimento è costituito da un diffrattometro X’ PERT PRO della PANalytical per polveri (X Ray Powder Diffraction, XRPD), Modello PW 1830, munito di un microprocessore Philips Modello PW 3710 e dotato di un tubo a raggi-X con anticatodo di Cu, ed uno con anticatodo di Co. Lo strumento ha una configurazione a geometria parafocalizzante di tipo Bragg-Brentano ed è dotato di un rivelatore di ultima generazione X’ PIXEL. Il diffrattometro a raggi-X consente l'analisi mineralogica sia qualitativa che quantitativa su piccole porzioni di campioni multifasici opportunamente polverizzati, grazie all’acquisizione estremamente performante degli spettri di diffrazione e l’ottima capacità e praticità di elaborazione dei dati ottenuti mediante il software specifico di gestione dati Hight Score Plus. Per informazioni potete rivolgervi al responsabile del laboratorio dott. Michele Mattioli. (tel. 0722 304312; e-mail: michele.mattioli@uniurb.it).

   
4. Inductively coupled plasma optical emission spectrometry (ICP-OES)
 

Lo spettrometro di emissione atomica al plasma (Optima 8x00 ICP-OES Perkin Elmer) permette la determinazione qualitativa e quantitativa di un numero considerevole di analiti come: Si, Al, Mg, Fe, Ca, Na, K, Ti, P, Mn ed i più comuni elementi in traccia(Cr, Pb, Cd), su matrici semplici (es. acqua) e complesse (es. terreni, tessuti, alimenti). Per informazioni potete rivolgervi alla Dott.ssa Antonella Di Paolo Laboratorio di Chimica. (tel. 0722 304233; e-mail: antonella.dipaolo@uniurb.it).

   
5. Cromatografo Ionico
 

Il cromatografo ionico DX-120 DIONEX permette di determinare la concentrazione di cationi (sodio, calcio, potassio, magnesio, ecc.) ed anioni (nitrati, nitriti, solfati, cloruri, ecc.) in matrici acquose. Per informazioni potete rivolgervi alla Dott.ssa Antonella Di Paolo Laboratorio di Chimica. (tel. 0722 304233; e-mail: antonella.dipaolo@uniurb.it).

   
6. Spettrometro di massa
 

Lo spettrometro di massa (hp 5973N) accoppiato ad un sistema gas cromatografico (hp 5890N) consente la determinazione e la quantificazione di un elevato numero di microinquinanti organici presenti in varie matrici ambientali come acqua, aria e suolo. Le classi di composti più frequentemente coinvolti nei fenomeni di inquinamento e quindi studiati con questa strumentazione sono gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA), gli idrocarburi alifatici, i fenoli, i policlorobifenili (PCB), svariate classi di pesticidi, i derivati del benzene (BTX) e alcuni tipi di molecole di interesse biologico.
Per infomazioni potete rivolgervi al Dott. Arnaldo Berloni Laboratorio di Chimica. (tel. 0722 304233; e-mail: arnaldo.berloni@uniurb.it).

   
7. Microscopio elettronico a trasmissione
 

Il microscopio elettronico a trasmissione Philips CM10 è dotato di una telecamera Mega View II con un Soft Imaging Sistem (SIS). Permette di studiare, in sezione, l’ultrastruttura di campioni fissati e inclusi in diverse resine.
Per osservazioni di campioni su commissione e per informazioni potete rivolgervi alla Prof. Elisabetta Falcieri. (tel. 0722 304284; e-mail: elisabetta.falcieri@uniurb.it).

   
8. Microscopio elettronico a scansione
 

Il microscopio elettronico a scansione Philips 515 permette di studiare la superficie di campioni biologici e non biologici, eventualmente ricoperti con oro.
Per osservazioni di campioni su commissione e per informazioni potete rivolgervi alla Prof. Elisabetta Falcieri. (tel. 0722 304284; e-mail: elisabetta.falcieri@uniurb.it).

   
9. Elettrofisiologia
 

Il laboratorio di elettrofisiologia è composto da tre setup: 2 per registrazioni elettrofisiologiche di patch clamp nelle configurazione whole cell, outside-out, inside-out, loose patch e field recording; 1 per registrazioni intracellulari. I setup da patch clamp utilizzano gli amplificatori Axopatch 200B e Dagan PC-ONE mentre il setup da intracellulare l’amplificatore 2773 Electrometer WPI. Le registrazioni elettrofisiologiche nelle diverse configurazioni possono essere eseguite su preparati ex-vivo o su colture cellulari.
Per informazioni rivolgersi al Dr. Davide Lattanzi. (tel. 0722 304310; tel. 0722 304267; e-mail: davide.lattanzi@uniurb.it).

   
 
  Dipartimento di Scienze della Terra, della Vita e dell'Ambiente
Web Master
Campus Scientifico Enrico Mattei - Via Ca' Le Suore 2/4 - 61029 Urbino (PU) - Italy
tel. +39 0722 30 4305/4288 - fax +39 0722 30 4306 - segreteria.disteva@uniurb.it